Ominide 144 punti

Il Positivismo economico-utilitaristico


-Maltus: dice che le persone povere agevolano l'economia mondiale, afferma che è inevitabile che le persone muoiano per fame o per povertà, pensa che bisognerebbe controllare le nascite.

-Spencer: si serve della sociologia per analizzare passato e presente, afferma che lo Stato debba garantire le libertà individuali e che ci debba essere un equilibrio tra egoismo ed altruismo, poiché aumenta la sicurezza ed il benessere della società e di conseguenza dell'individuo; inoltre affronta la questione di cosa l'uomo può conoscere e afferma che non può conoscere tutto, in particolare Dio e la Natura rimangono sempre inconoscibili.

-Bentham: pensa che utile=piacere e viceversa ed è convinto che entrambi servano all'uomo per essere felice. Afferma che in una società è importante andare alla ricerca del bene personale e collettivo, però il bene più alto è quello collettivo per vivere in una società più sana.
-Ricardo: dice che nel mondo devono esserci più poveri possibile e che la ricchezza si trova nelle mani di poche persone; il denaro e gli investimenti di queste persone servono per dare lavoro ai più poveri e quindi la ricchezza di queste persone deve essere aumentata per continuare a dare lavoro ai bisognosi.
-J.S. Mill: pensa che gli uomini e le donne siano uguali e che abbiano gli stessi diritti e le stesse capacità; afferma che bisogna riformare il sapere scientifico e che bisogni teorizzare le libertà individuali. La politica può intervenire solo in situazioni di emergenza.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email