Eliminato 643 punti

Neopositivismo

È una corrente filosofica che riprende alcune caratteristiche del positivismo anche se modifica alcune cose:si può definire positivismo logico o neopositivismo o empirismo logico,perché non solo da importanza alla scienza come il positivismo ma si parla di positivismo logico perché si da importanza al linguaggio razionale ed esatto. Le sue origini prendono spunto dal positivismo. Il neopositivismo nasce all' interno di un circolo culturale,ovvero il circolo di Vienna e riprende dopo la prima guerra mondiale tra il '24 e il '28. Quali sono gli scopi di ciò Sono: l unificazione della scienza, il lavoro collettivo,la chiarificazione concettuale e analisi logica,eliminazione della metafisica e il rigetto di ogni apriorismo ovvero tutte le cose a priori(religione, dogmi). Quando avvenne lo scioglimento di questo circolo? Avvenne negli anni trenta del Novecento perché si avvia il nazismo e quindi il circolo si trasferisce negli usa visto che era un oasi felice. Caratteristiche del circolo per il linguaggio: secondo loro le proposizioni uniche e valide sono quelle che hanno un significato concreto,le proposizioni della metafisica non hanno senso perché non possono essere verificate, la scienza verifica le affermazioni valide attraverso un approccio conoscitivo per eccellenza(empirico). I neopositivisti per quanto riguarda il linguaggio distinguono enunciati analitici e sintetici(Kant con i giudizi). Analitici sono tautologici che hanno in se stessi le verità,i sintetici sono quelli che sono veri se noi li verifichiamo nell'esperienza. Importante è che il discorso scientifico deve essere logico e formale ovvero il linguaggio scientifico deve prevedere le cose e normativo (ovvero la cosa è legge). Il principio base su cui si rifanno è il principio di verificazione,ogni enunciato è valido solo se verificato empiricamente.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email