pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

In ogni sistema economico, e quindi anche nel «modo capitalistico della produzione», le leggi economiche e i rapporti sociali sono indipendenti dai singoli. Il rapporto tra coscienza e realtà, nel «lungo periodo storico» è deterministico. Marx non esclude che, nel breve periodo storico, l'individuo orienti volontaristicamente la realtà ambientale e sociale; è pur vero, però, che l'individuo pensa e vuole in funzione anche delle circostanze nelle quali opera («condizionamento» socio-economico); Engels denominò tale concezione marxiana della storia «Materialismo storico»: forze produttive condizionano la situazione sociale e, quindi, la coscienza individuale. Scrive Marx, in Ideologia tedesca: «Per poter far storia, gli uomini devono essere in grado di vivere prima di tutto, di mangiare e bere, abitare, vestirsi ed altro ancora. La prima azione storica è, dunque, la creazione dei mezzi per soddisfare questi bisogni, la produzione della vita materiale... La storia dell'umanità dev'essere studiata e trattata in relazione con la storia della produzione e dello scambio». Marx, dallo studio degli anni 1789-1795, aveva tratto il convincimento che la borghesia strumentalizza al proprio interesse la forza rivoluzionaria del proletariato; onde per cui si mosse contro di essa.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove