Leibniz
Gottfried Wilhelm Leibniz nasce a Lipsia il 21 giungo 1646. Laureato in giurisprudenza nel corso della vita si occuperà anche di alchimia, logica, fisica e matematica, scoprendo inoltre il calcolo integrale. Leibniz fu uomo di vasti e grandiosi progetti e si applicò alla soluzione dei più diversi problemi. I suoi scritti riguardano giurisprudenza, politica, storia, teologia matematica e fisica. Fra le opere filosofiche più importanti ricordiamo Discorso di metafisica.
Nel "Discordo di metafisica" Leibniz afferma l’esistenza di un ordine non geometricamente determinato e quindi non necessario, ma spontaneamente organizzato e quindi libero. Un ordine che includa la possibilità della scelta e che sia suscettibile di essere determinato dalla scelta stessa. Questo è ciò che Leibniz cercò di perseguire e realizzare in tutti i campi della realtà, a differenza di Spinoza, il quale affermava l’esistenza di un solo ordine univoco e necessario che è Dio stesso. Leibniz sentiva quindi l’esigenza di trovare un ordine universale fondato sulla libertà e sul rispetto della pluralità.

Leibniz spiega che la necessità di un ordine sta nella logica e quindi nel mondo della ragione e che le verità di ragione non riguardano la realtà. Distingue quindi le verità di ragione dalle verità di fatto. Le prime non fanno che ripetere le stesse cose, senza dire nulla di nuovo, si basano sui principi di identità e di non – contraddizione e sono necessarie e infallibili, perché riguardano il mondo della logica e non quello della realtà. Le seconde non ripetono la medesima cosa e dicono qualcosa di nuovo, non si basano sui principi di identità e non – contraddizione, sono contingenti, riguardano la realtà e si fondando sul principio di ragion sufficiente, per il quale le cose si legano le une con le altre senza però formare una catena necessaria. La ragione sufficiente ultima dell’universo è Dio, il quale crea il migliore dei mondi possibili, agendo in vista di un fine.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email