Secondo Kierkegaard gli stadi dell'esistenza sono i modi fondamentali di vivere e di conoscere l'esistenza. Il "passaggio" dall'una all'altra implica un cambiamento radicale di mentalità.

Lo stadio estetico: l'uomo rifiuta ogni tipo di vincolo o impiego continuativo. Cerca l'attimo, è sempre alla ricerrca di novità e avventure. Ma è destinato alla dispersione e alla noia in quanto, evitando scelte impegnative, rinuncia alla propria identità e avverte un senso di vuoto nella sua esistenza. Lo stadio estetico è rappresentato dalla figura del Don Giovanni

Lo stadio etico: l'uomo decide di impegnarsi in un compito a cui rimanere fedele. Si fonda sulla continuità e sulla scelta ripetuta, sottoponendosi al modello universale di comportamento. Vita destinata al fallimento in quanto l'individuo non riesce a trovare sè stesso e la propria personalità ma ha bisogno di un'esperienza profonda e coinvolgente per reazlizzarsi. Lo stadio etico è simboleggiato dallo stato matrimoniale.

LO stadio religioso: quello della fede, intesa come "rapporto assoluto con l'Assoluto". L'individuo si apre totalmente a Dio, riuscendo a vincere, anche se non a eliminare totalmente, l'angoscia e la disperazione che lo costituiscono come uomo. Lo stadio religioso è rappresentato dalla figura di Abramo.

La differenza tra Angoscia e Disperazione: l'Angoscia è il rapporto dell'uomo con il mondo. Condizione esistenziale caratterizzata dalla "vertigine" causata dalla libertà e dalle infinite possibilità di scelta senza un consiglio o una guida. L'unico modo per contrastare l'angoscia e i suoi tormenti è la fede in Dio.
la Disperazione è il rapporto dell'uomo con sè stesso. L'uomo non è bastevole a sè stesso e ha un senso di finitudine e incompiutezza. Non può giungere all'equilibrio e al riposo dal momento che non è autosufficiente e si imbatte nella disperazione. L'unica via è la fede, riconoscendo in Dio la propria dipendenza da colui che solo può garantire la sua realizzazione.

Concetti chiave:
Esistenza= insieme di possibilità che pongono l'uomo di fronte a una scelta che implica una componente di rischio
Scelta= esistere significa scegliere. L'individuo non è quello che è ma quello che sceglie di essere e perfino la rinuncia a una scelta è una scelta
Nulla esistenziale= stato di apatia in cui la scelta e il pensiero si paralizzano e non si prende una decisione, questo è fonte di angoscia.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017