Alicegi di Alicegi
Ominide 343 punti

Kierkegaard


Nasce nel '800 in Danimarca ed aspirava a diventare un pastore protestante --> forti tematiche religiose
- Tema principale : anti hegelismo
- Ispira la corrente filosofica dell'esistenzialismo

Anti idealismo hegeliano



    - Critica l'assoluto --> bisogna concentrarsi sul singolo
    - Critica sintesi unificante ---> le alternative sono inconciliabili
    - Le infinite possibilità dell'uomo e la relativa impossibilità di tornare indietro generano un sentimento di angoscia e un senso di dubbio e instabilità
    - La via d'uscita dall'angoscia è la religione
    - Critica la concezione panteistica --> rimangono delle fratture tra i contrari e quella maggiore è tra l'uomo e Dio

Enten- Eller


Il titolo in italiano era stato tradotto con "Aut-Aut", tuttavia questo titolo esclude la congiunzione danese Bade-og e, non considerando quest'ultima, in Italiano questo viene a significare una disgiunzione massima.
"Enten- Eller" rimanda alle opzioni che il singolo si trova davanti e alla conseguente scelta:
Una o l'altra,Prima l'una e poi l'altra,In parte una e in parte l'altra o Né una né l'altra
Esclude il significato sia-sia che fa riferimento alla sintesi hegeliana
Questo è un processo casuale --> non va in una direzione precisa (≠ Hegel)
- Ogni singolo sceglie un percorso differente
l'opera è incentrata sulla scelta tra due stadi dell'esistenza :

    - Vita estetica
    - Vita etica

Queste due modalità di esistenza sono inconciliabili, tuttavia in una troviamo elementi dell'altra
All'interno della sua opera Kierkegaard usa degli eteronimi (nomi fittizi), ed ognuno fa riferimento ad una tipologia di esistenza --> adotta un punto di vista interno

    - Victor Eremita --> Editore
    - Giudice Wilhelm --> etico
    - Johannes --> esteta

Editore- Victor Eremita


Victor parte dell'analizzare la dichiarazione "l'esterno è l'interno e l'interno è l'esterno" e giunge alla conclusione che questa è un affermazione erronea --> una serie di scelte compiute analizzando l'esterno possono rivelarsi ancora più interessanti una volta analizzato l'interno.
Critica il principio hegeliano di perfetta corrispondenza tra interno ed esterno
Racconta di come è venuto in possesso dei testi che sta pubblicando: dopo aver comprato un bel secretaire da un antiquario in uno scompartimento segreto ritrova dei testi che tra di loro presentavano delle notevoli differenze --> Victor fece due ipotesi:

    1) Scritti dalla stessa persona in due momenti differenti della sua vita
    2) Scritti d due persone diverse.

Decise di chiamare "testi dell'autore A" i testi di carattere estetico poiché non era specificato l'autore e chiamò "testi dell'autore B" i testi di carattere etico anche se essendo sotto forma di diari avevano un autore (Giudice Wilhelm ).
Decise di pubblicare i testi nell'ordine in cui li aveva trovati
Queste due modalità di vita possono riguardare sia un singolo che abbia scelto una delle due vie sia un individuo che abbia scelto l'una e poi l'altra

Vita estetica


Come Kant l'autore considera il termine "estetico" dal punto di vista etimologico --> sensi, sensibilità
Tuttavia l'esteta non si limita a percepire la realtà attraverso i sensi, ma gode attraverso la sensibilità
- Uomo che vive nel desiderio, che vive nell'istante --> nessuna progettualità
- l'esteta viene collegato con la musica "musicale erotico" --> Don Giovanni
Don Giovanni è un libertino poiché vive e si comporta liberamente, rappresenta il conquistatore di donne per eccellenza --> vive l'attimo della conquista .
- Non essendo presente l'elemento razionale questo tipo di vita non può essere scelta è immediata
- Conduce ad una condizione di desiderio perpetuo

Diario di un seduttore- Johannes


Questo testo è scritto sotto forma di diario --> compare l'elemento razionale
- Johannes non è un vero esteta
Racconta l'incontro con Cordelia --> si innamora, ma non trova piacere nella conquista, bensì nella seduzione
- Porta l'amore dei Cordelia nei suoi confronti al massimo --> pianificazione della seduzione

Vita etica


Il marito è l'uomo etico
- Razionale
- Ha interiorizzato il dovere

Limiti delle due vite


- Nella vita estetica la ripetizione del desiderio genera irrequietezza che conduce alla disperazione e alla noia
- La vita etica porta al pentimento --> l'uomo no può rinnegare le scelte che ha compiuto, neanche quelle negative

    ○ Si contraddistingue per la scelta

Vita religiosa- Timore e Tremore


Il modello dell' uomo religioso è Abramo nel omento in cui sta per sacrificare il figlio Isacco --> sembra rappresentare il massimo dell'immoralità.
- Il comando divino deve sempre essere eseguito, bisogna sospendere la moralità
- l'autore considera la religione come qualcosa di paradossale e scandaloso --> sospendere la moralità
- Abramo può sacrificare il figlio perché ha "sentito" il volere di Dio
- Gli uomini comuni sanno di non essere come Abramo --> vivono in costante incertezza, dubitano della salvezza

    Vi è un enorme scarto tra uomo e dio.
    La religione non è rassicurante.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email