pser di pser
Ominide 5819 punti

STRUTTURA CRITICA DELLA RAGION PURA

Subito dopo aver risposta alla domanda principale dell’opera ed aver visto che l’unico tipo di conoscenza certa e scientifica è quella dei filtri, si può accennare alla suddivisione della prima critica di Kant: la prima critica è suddivisa in dottrina trascendentale degli elementi e del metodo di cui la prima parte è divisa in base alle facoltà conoscitive, che sono i sensi e il pensiero, il quale a sua volta si divide in intelletto e ragione. Quindi ad ogni facoltà conoscitiva e ad ogni grado di conoscenza Kant dedica una parte della sua opera: la parte dell’opera in cui tratta della sensibilità è l’estetica trascendentale mentre quella che dedica al pensiero è la logica trascendentale, che a sua volta si divide in analitica e dialettica trascendentali. Già il fatto che ad ogni parte della sua opera si accompagna la parola trascendentale, che non indica nient’altro che il modo in cui noi conosciamo, ossia i filtri, ci fa comprende come ad ogni livello della conoscenza utilizziamo sempre i filtri

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email