pser di pser
Ominide 5819 punti

Spazio e Tempo

L’estetica trascendentale compone la prima parte della Critica della Ragion Pura di Kant, in cui si parla della sensibilità, ossia della conoscenza tramite i sensi, sempre però ad un livello di forme pure a priori: di conseguenza per Kant quando conosciamo attraverso i sensi nella nostra sensibilità ci sono dei filtri, dei meccanismi che fanno da filtro. I filtri della sensibilità sono chiamati da K intuizioni pure, quindi immediate, e ci fanno comprendere che anche nel primo processo conoscitivo non conosciamo gli oggetti come sono, ma come ci appaiono, e che i filtri entrano in funzione in modo automatico senza che ce ne accorgiamo. Per Kant sono 2 i filtri della sensibilità: lo spazio e il tempo. Infatti ogni volta che conosco tramite i sensi, percepisco l’oggetto collocato in uno spazio e in un tempo (quindi i due filtri sono collegati sempre fra di loro), ma tale collocazione non dipende dall’oggetto, visto che i filtri non sono contenuti nell’oggetto, ma da me stesso. Lo spazio e il tempo non sono quindi più qualcosa di oggettivo, come aveva detto Newton, ma sono dentro di noi, sono soggettivi, non nel senso che cambiano da persona a persona, perché non sono arbitrari ma universali e necessari. Egli inoltre definisce lo spazio ed il tempo rispettivamente come forma del senso esterno ed interno, e la differenza tra questi due filtri è data dal fatto che lo spazio si applica a tutte le percezioni provenienti dall’esterno, ad esempio il concetto di vicinanza o lontananza, per cui i miei sensi collocano automaticamente l’oggetto collocato in uno spazio, mentre il tempo entra in gioco quando ci sono delle percezioni interne, generalmente i sentimenti, come odio, amore, rabbia, ecc. che percepisco come qualcosa dentro di me. Il tempo quindi coincide quasi con la coscienza. Tra tempo e spazio inoltre il più esteso è certamente il tempo, perché lo spazio entra in gioco solamente quando abbiamo la percezione degli oggetti esterni tramite i sensi, mentre la percezione del tempo rimane perennemente.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email