pser di pser
Ominide 5819 punti

I MOTIVI CHE SPINGONO KANT ALLA STESURA DELLA CRITICA DELLA RAGION PURA

I motivi che spinsero Immanuel Kant a scrivere la sua prima critica sono molteplici: in primis il fatto che il tema della conoscenza era molto dibattuto all’epoca e non sembrava che si potesse mai giungere ad una conclusione definitiva; un altro motivo che lo spinse a fare ciò constava nel fatto secondo cui era necessario affermare con chiarezza se la conoscenza di elementi metafisici, come l’anima e Dio, fosse scientifica o meno. Infatti, mentre tutti i filosofi sembravano ormai essere concordi nel’affermare che non vi era nessun problema nel considerare la conoscenza sensibile come scientifica perché i sensi agiscono passivamente e non intervengono nella conoscenza della realtà, il vero problema si pone quando si parla di ciò che va oltre tale conoscenza, con il superamento della materialità e con l’approdo alla metafisica.

In effetti il problema dell’esistenza di un elemento metafisico ( identificato dapprima dai fisici ionici con l’archè, poi da Platone con il nome di Idea ed infine dopo la rivelazione cristiana con il nome di Dio ), era una questione che attanagliava la filosofia fin dalla sua nascita. All’interno della Prefazione alla prima edizione della Critica della Ragion Pura, Kant spiega come gli uomini per conoscere la realtà si affidano sempre a dei riferimenti puntuali e scientifici, ma quando si allontanano dall’uso empirico della ragione ecco che “ incorrono in oscurità e contraddizioni “. Negli uomini però vi è un' innata tendenza dell’uomo ad andare oltre il fenomeno, quella che lo stesso Kant definisce mataphisica naturalis, e per stabilire la validità della metafisica, ossia la sua conoscenza certa e misurabile, dobbiamo affermare se è una scienza o no. È proprio questo il compito della ragione che però non può essere più intesa come influenzata da fattori esterni, ma deve essere appunto considerata Pura, ossia scevra da ogni riferimento alla realtà.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email