Ominide 4103 punti

Indirizzo religioso dell'Illuminismo

L'illuminismo combatte le religioni positive ed in modo particolare si oppone a quella cattolica, che si presenta più forte delle altre (le protestanti) e più saldamente costituita, anche se sostiene di non essere ostile alla religione in sé quanto piuttosto ai dogmi imposti autoritariamente ed alla organizzazione ecclesiastica. L'illuminismo considera che l'impostazione dogmatica della fede nella rivelazione costituisca un'offesa alla ragione umana, che viene umiliata, costretta a sostituirsi a false credenze e ad arrendersi di fronte ad esse. Per questo accetta la religione naturale, fondata sulla ragione, libera da qualsiasi imposizione estranea, spogliata di culti e di riti particolari (deismo), in contrapposizione alla religione positiva o storica, costruita sulla rivelazione, appoggiata ad una autorità e mortificata dal peso dei dogmi (teismo).
Infatti, l'illuminismo afferma che l'uomo, osservando il mondo e l'armonia che lo regola, deduce direttamente l'esistenza di Dio creatore dell'universo, senza bisogno di ricorrere alla rivelazione o ai dogmi.

Dal deismo, che ammette un Dio impersonale e privo di attribuiti, non è difficile giungere all'ateismo ed infatti, in Francia, Paolo Enrico D'Holbach (1723-1789) nega l'esistenza di Dio.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email