Ominide 4103 punti

Quale indirizzo conoscitivo segue l'illuminismo?

Il vasto movimento culturale dell'illuminismo, nel problema conoscitivo, accetta, in generale, il principio dell'esperienza limitando la propria indagine ala realtà naturale: si occupa e si limita a studiare i fenomeni fisici, ad esplorare la realtà del mondo dell'immanenza, e rifiuta perciò l'innatismo razionalistico e non mostra alcun interesse per la metafisica che trascende la stessa esperienza (spirito umano, Dio). Seguono questo indirizzo gli illuministi francesi, fra i quali si distingue Condillac con il sensismo, ed anche alcuni illuministi inglesi (Locke, Hume). Se ne allontanano, invece, Berkeley e la scuola neoplatonizzante di Cambridge, rappresentata principalmente da Edoardo Herbert di Cherbury (1581-1648) e da Rodolfo Cudworth (1617-1688).
Quest'ultimo, in particolare, sostiene, come Platoni secoli prima, che l'uomo possiede nozioni innate mediante le quali conosce i principi matematici, logici, morali e Dio stesso. A questa concezione si opporrà in maniera decisa Locke.

Le conclusioni scettiche di Hume sono criticate dalla scuola scozzese della quale il principale esponente, Tommaso Reid (1710-1796), afferma che è necessario affidarsi al senso comune. Proprio il senso comune infatti riconosce alcuni principi fondamentali, postulati o assiomi, evidenti e indiscutibili di per se stessi, che diventano e sono il presupposto di ogni ragionamento. Tali principi assicurano l'esistenza di una realtà esterna, corrispondente alle impressioni sensibili, e confermano l'esistenza di Dio e l'immortalità dell'anima, realtà metafisiche.

Che cosa è L'Enciclopedia?

L'Enciclopedia o Dizionario ragionato delle scienze, delle arti e dei mestieri è un'opera di grande importanza, pubblicata in trentaquattro volumi tra il 1751 ed il 1780, sotto la direzione di Dionigi Diderot (1713-1784) e di Giovanni D'Alembert (1717-1783) e con la collaborazione di Voltaire, di Condillac, di Rousseau, di D'Holbac, di Montesquieu, di Helvetius e molti altri tra i più illustri intellettuali dell'epoca, che avevano avuto l'occasione di farsi conoscere promulgando le proprie idee originali, e soprattutto ricche di spunti egualitari e liberitari, tipicamente illuministici.
L'Enciclopedia o Dizionario ragionato delle scienze, delle arti e dei mestieri è stata concepita dai suoi fondatori con lo scopo di divulgare le nuove dottrine e può essere considerata giustamente il documento ufficiale dell'illuminismo francese. Il diverso orientamento dei redattori non impedì che essa riuscisse un'opera organica che si oppone alle tradizioni, lotta contro il potere costituito, l'assolutismo politico ed il dogmatismo della Chiesa e si orienta verso una concezione naturalistica dell'uomo con l'esclusione di qualunque metafisica estranea alla realtà concreta, alla quale soltanto lo spirito umano può accostarsi.

L'Enciclopedia, diffusasi largamente, ebbe grande efficacia nella preparazione delle coscienze agli ideali della Rivoluzione.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email