Ominide 2537 punti

Hegel: l'Arte

Attraverso l’Arte, lo spirito vive in modo immediato e intuitivo la fusione tra soggetto e oggetto che si manifesta nelle forme. Secondo Hegel riesce a fare emergere la grandezza dello spirito più di quanto potesse fare la natura, la materia diventa veicolo di un significato universale e l’estetica dovrà cogliere l’universale cioè il razionale nel particolare cioè l’apparenza sensibile. Lo sviluppo dell’arte ha tre fasi: simbolica, classica e romantica. Nella fase simbolica la forma sensibile tende a prevalere sull’idea che in essa è contenuta, non esiste ancora una forma concreta capace di esprimere a pieno i contenuti di un’idea; ci si affida a dei simboli o a degli elementi bizzarri. L’Arte che secondo Hegel rappresenta questo momento è l’architettura, che cerca di dare un ordine e una forma alla materia; ad esempio le piramidi sono opere grandiose ma prive di significato. Nella fase classica si raggiunge un equilibrio tra materia e forma, si esprime in particolare nell’espressione della figura umana e nella scultura come forma d’arte e il corpo umano viene riprodotto in una perfezione ideale. E’ nell’arte romantica che troviamo una maggiore spiritualità, dove si cerca di favorire i limiti perché qualsiasi materia sembra insufficiente per esprimere l’interiorità spirituale dell’Europa cristiana; è per questo che si esprime attraverso la tecnica della pittura in cui prevalgono la luce e il colore, ma soprattutto si esprime con la poesia e la musica.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email