melaisa di melaisa
Ominide 2160 punti

Il giusnaturalismo

E’ una dottrina che si afferma tra il 500 e il 600 e che fa riferimento ai diritti naturali, i quali nascono con l’uomo e sono spiegabili con la ragione umana.
Il teorico di questa dottrina è Ugo Crozio che fu anche teorico dell’assolutismo monarchico.
A proposito del diritto positivo Crozio dice che quando il sovrano fa le leggi deve tenere conto e deve rispettare i diritti naturali (sono di origine divina) che sono:
Diritto alla vita: il sovrano non può togliere la vita a un suddito e quindi condannarlo a morte senza che ha commesso alcun reato.
• Diritto alla libertà (non si riferisce alla libertà di parola o di stampa ma alla libertà personale): il sovrano non può mettere in carcere un suo suddito senza che ci sia un motivo valido.
• Diritto alla proprietà: le leggi devono garantire la proprietà, la quale è inviolabile.
Non c’è il rischio che il sovrano facendo le leggi trasgredisca i diritti naturali? Se il sovrano contraddicesse i diritti naturali commetterebbe un sacrilegio poiché essi sono di origine divina.
Il diritto positivo deve essere in rapporto di concordanza con il diritto naturale.
Crozio introduce un concetto molto moderno, quello di religione naturale (elementi che sono in comune a tutte le religioni) che comprende 4 principi:
• Dio esiste ed è uno
• Dio non si identifica con le cose visibili
• Dio governa e giudica tutte le cose umane
• Dio è l’artefice di tutte le cose naturali
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email