Ominide 4479 punti

Fede nel cannocchiale

Nel 1609 Galileo viene a conoscenza del fatto che un fiammingo aveva cotruito delle lenti per cui preparò un tubo di piombo alle cui estremità applicò 2 lenti e accostando l'occhio notò che gli oggetti erano più grandi e vicini poichè erano 3 volte più prossimi e 9 volte maggiori del solito. Nel 1609 Galileo presenta il cannocchiale al Governo di Venezia,gli viene così aumentato lo stipendio annuo da 500 a 1000 fiorini e gli viene fatta la proposta di un contratto a vita di insegnamento.

Sidereus Nuncius

Nel 1610 Galileo pubblica il Sidereus Nuncius in cui sostiene:
-l'aggiunta di nuove stelle visualizzabili con il cannocchiale,quindi l'universo diventa più grande;
-la Luna non è rivestita di superficie liscia ma scabra e così anche la Terra,dimostrando che non esiste la distinzione tra corpo terresti e corpi celestri,distinzione che fino a quel momento era un pilastro della cosmologia aristotelico-tolemaica.

-la scoperta dei satelliti di Giove,che offriva a Galileo l'insperata visione in cielo di un modello più piccolo dell'universo copernicano.
Egli fu l'inventore del cannocchiale,ma la sua vera invenzione fu quella di aver puntato il cannocchiale verso l'alto per studiare le stelle e gli astri. Questo gli permise di scoprire tutta l'astronomia del tempo. Fece anche vari studi di fisica,quello più importante è quello circa la caduta dei gravi (pesi).

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email