Ominide 4479 punti

Galileo Galilei nasce a Pisa nel 1564. Si dedicò molto agli studi matematici e letterari. Egli sfidò la chiesa ma senza volerlo,non perché non era credente. Infatti negli ultimi anni della sua vita fu accudito dalla figlia che era suora. Quindi anche lui era credente. Egli contrastava il principio di autorità e difendeva l'autonomia delle scienze. Egli sosteneva che chiesa e scienza hanno campi d'azione e d'indagine diversi. La chiesa deve occuparsi delle anime e del fine ultimo dell'uomo. Nel rinascimento ci fu il ritorno all'Aristotelismo ed egli li contrastava,specificando di non essere contro Aristotele. Egli sosteneva che se Aristotele fosse stato in vita avrebbe riconosciuto lui come discepolo e non gli Aristotelici. Egli aderiva al copernicanesimo e questo significava che la terra non era più il pianeta privilegiato da dio dato che esistevano altri pianeti.
Nel siderius Nuncius scrisse che la luna era composta della stessa materia terrestre. Aristotele aveva detto che la terra era fatta di un tipo di materia diverso dagli altri pianeti e sosteneva che luna avesse una struttura omogenea.

Notò anche che i satelliti di Giove giravano intorno a Giove nello stesso modo in cui la Luna girava intorno alla Terra. Ciò comportava la conferma della teoria copernicana,cioè che anche la terra gira intorno al sole.
Dialogo sui due massimi sistemi della terra,copernicanesimo e tolemaico.
Poi secondo processo. abiura= ritrattazione di quanto detto. Egli abiurò ma disse ad un suo discepolo " e pur se move".

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email