Mongo95 di Mongo95
Ominide 2075 punti

L’uomo è invidiabile da tutti gli altri esseri, sui quali ha supremazia. Questo tema, che si pone tra ontologia e antropologia, si basa proprio su elementi già presenti nel testo della Genesi:
a. Uomo creato a immagine e somiglianza di Dio: si riprende la trazione platonica e neo-, con quindi anche la possibilità, in varie modalità, di riavvicinarsi a Dio, di indirizzare la nostra vita a Egli. Anche se è impossibile la totale identificazione, la differenza ontologica sostanziale è infinita
b. Supremazia sugli altri esseri viventi: tale dominio si lega al possesso dell’anima immortale, che distingue l’uomo dagli animali
c. Uomo creato dalla Terra (polvere) e dal soffio di vita divino: una componente materiale e una spirituale, che è una doppia natura che è per noi un’eterna croce.
A tutto ciò Pico aggiunge altri due elementi molto significativi:
d. L’uomo è stato creato con un preciso obiettivo, cioè contemplare il Creato opera di Dio. Una funzione precisa che gli dà importanza nell’intera creazione

e. L’elemento decisivo alle radici di identificazione di libertà e dignità: nel momento in cui cui Dio ha volontà di creare l’uomo, tutti gli elementi caratterizzanti i singoli enti erano già stati attribuiti agli esistenti, quindi Dio ha la straordinaria decisione di conferirli all’uomo tutti insieme, per lo meno in potenza.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email