Ominide 235 punti

Natura e Dualismo di Dio

Amore per la vita e Religione della Natura

Giordano Bruno era caratterizzato da un forte Amore per la vita, presente in tutti i suoi scritti.
Egli provava odio per chi distoglieva lo sguardo dalla vita stessa, ecco perché nei suoi scritti vi è una forte componente realistica. Egli considera la Religione come un sistema di credenze assurdo, i suoi testi erano ricchi di satira anticristiana e inizio a considerare l'unica religione credibile, quella della Natura.

Natura e infinito

Per Giordano Bruno Dio ha una duplice forma, Mente al di sopra di tutti e Mente presente in tutto quindi, Dio è fuori dal cosmo ed inconoscibile, ogni tentativo di risalire dalla natura a lui è vano. Allo stesso tempo Dio è principio immanente del cosmo ed è accessibile alla ragione umana, infatti è uno dei temi privilegiati durante i discorsi filosofici. Egli è l'anima del cosmo che opera tramite intelletto universale.

Secondo Bruno Dio è sia causa che principio dell' essere:
Egli è causa perché è Energia produttrice del cosmo.
Egli è principio perché è Elemento costitutivo delle cose
Da queste riflessioni Bruno attribuisce un attributo fondamentale dell' universo, l'infinità.

Giordano bruno con le sue idee è stato quindi uno dei primi a contrastare la visione tolemaica di un universo chiuso.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email