Ominide 1350 punti

Bodin la fondazione della sovranità assoluta

Dal dibattito teorico scaturito in Francia dalle guerre di religione emerge la figura di Bodin esponente del partito dei politiques(i politiques erano monarchici e sostenevano che il re era colui che doveva stabilire l’ordine nel proprio paese e i suoi poteri erano al di sopra della religione).
Il suo capolavoro “la repubblica” contiene la più grande teorizzazione dello stato moderno accentrato e burocratico. In pratica ciò che Machiavelli aveva solo pensato diviene in Bodin una vera e propria scienza delle istituzioni. Bodin si allontana dalla concezione di sovranità per diritto divino o per diritto dinastico per avvicinarsi all’idea di potere civili (garanzia del bene supremo e dell’ordine). La sovranità, potere indivisibile e incomunicabile e perpetuo, è prerogativa assoluta dello stato. Per Stato Bodin intende l’unione di un popolo sotto una signoria sovrana, mentre per sovranità si intende quel potere assoluto e perpetuo che è proprio dello stato e che assicura la coesione tra le varie membra. Nella scala gerarchica quindi il vertice è il potere sovrano non limitato da leggi positive. Bodin quindi esclude la formazione di una comunità nazionale e la cittadinanza è vista come soggezione al potere sovrano: il cittadino è un suddito libero che dipende dalla sovranità altrui.

Limiti,caratteri e prerogative del potere sovrano

Innanzitutto il potere assoluto non vuol dire potere illimitato e arbitrario. Esso, infatti, è sottoposto alla “summa potestas di Dio” da cui derivano le leggi divine e naturali con i loro diritti e obblighi. Importantissimo è il rispetto delle leges imperii cioè l’onorare i patti con i sudditi o altri sovrani ed esse sono leggi “connesse alla corono e a questa inscindibili” .Queste leggi oggi noi le definiremo costituzionali. Inoltre Bodin crea una distinzione tra sfera pubblica e sfera privata:la prima rispetterà le norme relative ai rapporti di proprietà, ai rapporti economici tra i privati cittadini e lo stato e riconoscerà l’autonomia della sfera privata con i suoi inviolabili diritti.
Importante è la funzione legislativa,infatti il sovrano applicando e interpretando le leggi x tutta la comunità ha nelle proprie mani sia il potere esecutivo che quello legislativo che quello giudiziario. Inoltre il sovrano ha anche altre prerogative: decidere di entrare in guerra o no,detiene il potere della detenzione fiscale,nomina i magistrati. Inoltre il potere sovrano è indivisibile in quante se fosse divisibile non sarebbe unito e subentrerebbe l’anarchia. Tuttavia il sovrano può dare cariche pubbliche ad altre persone. Infine Bodin introduce una distinzione tra Stato e Governo:lo stato salvaguarda l’esercizio della sovranità e le sue prerogative, il governo è la gestione amministrativa degli affari correnti.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email