Ominide 34 punti

Bacone e Galileo

Bacone:
Ha spinto filosofia e scienza a liberarsi dei pregiudizi e delle false nozioni. Ripone completa fiducia nella scienza che rende possibile il dominio dell'uomo sulla natura. Nel "Novum Organum" descrive il nuovo metodo per la ricerca scientifica. Prima bisogna liberarsi del sapere sbagliato e poi si costruisce un nuovo sapere.

Pars destruens:
Libera la conoscenza dagli idoli, errori e pregiudizi che sono di quattro tipi: idoli della tribù, legati alle deformazioni prodotte dal nostro intelletto, comuni a tutti gli umani; idoli della spelonca, relativi ai gusti personali all'educazione e alle abitudini; idoli del foro, derivanti dalle convenzioni del linguaggio, provengono da fuori; idoli del teatro, legati alle tradizioni di un popolo e alle dottrine filosofiche.

Pars costruens:

Per costruire il sapere bisogna stilare tre tabelle, Presenza, Assenza e Gradi:
presenza: Tutti i casi e le situazioni in cui posso trovare ciò che sto studiando;
assenza: Tutti i casi in cui il fenomeno studiato non compare;
gradi: Dove si registrano tutti i casi in cui il fenomeno si manifesta con maggiore o minore intensità.
Attraverso queste tavole si può formulare un'ipotesi che si verifica attraverso esperimenti.

Galilei:
Galilei era credente cristiano e scienziato, ritenendo che Dio si è manifestato in due modi: attraverso le Sacre Scritture, ispirando i profeti nella composizione della Bibbia e attraverso la natura: creandola. Quindi la natura, oggetto della scienza, e la Bibbia, base della religione, derivando tutti e due da Dio, non possono contraddirsi, quindi il rapporto scienza e fede è inesistente. Galileo afferma che l'errore non dipende dalla scienza o dalla Bibbia, ma dall' interpretazione sbagliata che si ha di quest'ultima.

Il metodo di Galileo si fonda sulle “sensate esperienze” e “necessarie dimostrazioni”. Dai tempi di Aristotele si è a conoscenza del fatto che i metodi erano due: induttivo (sensate esperienze) e deduttivo (necessarie dimostrazioni).
Galilei divide il lavoro della scienza in due parti fondamentali: momento risolutivo(ipotesi) e momento compositivo (verifica). Quindi si può affermare che in Galilei prevalgano sia il momento sperimentale sia quello teorico.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze