Eliminato 643 punti

Il Neoplatonismo di Plotino


Il Neoplatonismo rappresenta una rilettura del Platonismo in chiave religiosa, il maggiore esponente del Neoplatonismo e Plotino.
Questa corrente filosofica riprende i motivi del Timeo Platonico, associando il concetto di Dio a quello di Uno:
Uno (Dio): Essere supremo, allo stessa maniera di quello platonico, crea la molteplicità, ovvero le ipostasi.

Ipostasi (creazioni) di Dio:
• Intelletto: è la sede delle Idee;
• Anima: essa ha una duplicità intrinseca,la parte superiore che la costituisce guarda alle idee, la parte inferiore guarda alle cose del modo;
• Materia: è il mondo sensibile, materiale
Dio crea per necessità: lui ha sovrabbondanza di Essere per cui trasborda e crea le cose. Quindi quella della creazione è quasi un'esigenza puramente divina che non sminuisce la grandezza dell'essere divino

Modi di Creare di Dio (Dio creando non perde nulla della sua Sostanza):
-emanazione: come il profumo che produce la fragranza

-Irradiazione: come il sole con i raggi
L’uomo che rappresenta l’ultimo grado della creazione divina (perché appartiene al mondo, alle cose terrene e sensibili), dunque è il più lontano a Dio, per questo soffre della distanza dall'Uno e sente forte il desiderio di ricongiungersi a Dio,in vita può farlo soltanto attraverso l’ascesi mistica.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email