Ominide 6604 punti

Giovanni Scoto Eriugena: l'uomo


In un processo divino concepito da Eriugena, l'uomo ha una parte non solo importante, ma essenziale, poiché è la sede della teofania divina. Il venire ad essere del mondo è il manifestarsi di Dio. Ma Dio si manifesta anzitutto, non come msateria, bensì come realtà intelligibile. Anzi, la materia di cui son fatti i corpi non è che un insieme di qualità ideali "coagulate insieme". Ebbene, la realtà intelligibile, o ideale, si manifesta appunto nella mente dell'uomo: nella quale, perciò, tutte le creature hanno una realtà più originaria e più vera di quella che abbiano fuori della mente. A sua volta l'uomo stesso ha una realtà più vera come idea della mente divina che come entità per sé considerata.
Già Agostino aveva detto cose simili a questa: ma in Scoto Eriugena tutto assume un significato diverso, per il fatto che il mondo è una immediata esplicazione di Dio. La stretta dipendenza (agostiniana) della natura da Dio si trasforma qui in una relazione per cui la natura rappresenta quasi un pensiero con cui Dio, nella mente dell'uomo, sviluppa e chiarisce se medesimo.
Tuttavia, almeno nelle intenzioni, Scoto Eriugena non vuole andare contro i dogmi; e distinguendo, come si è visto, i "doni" della grazia dai "dati" della natura, ammette la necessità dell'Incarnazione, cioè del fatto che Dio si faccia uomo anche in un senso (e in un uomo) tutto particolare. Nel ciclo della creazione, concepita neoplatonicamente come un proceswso e ritorno ideali, si inserisce così il ciclo cristiano della redenzione, in cui la caduta e il ritorno a Dio assumono un significato storico e provvidenziale. Ciò salva la fede, per quanto eterodossa, dell'Eriugena; ma a prezzo di certe incoerenze nel suo sistema. Quando, molti secoli più tardi, idee simili a quelle dell'Eriugena torneranno attuali, colore che le professeranno lo faranno con più coerenza, perché non si preoccuperanno più di salvare il cristianesimo.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email