pexolo di pexolo
Ominide 6523 punti

La volontà di potenza

Non si tratta si un’esaltazione antropologica poiché la volontà di potenza è «l’intima essenza dell’essere» (Frammenti postumi), il carattere fondamentale di tutto ciò che esiste. Tale concetto è assimilabile al conatus spinoziano, quale capacità di esprimersi, forza espressiva della realtà, un “consistere dinamico” della realtà in se stessa. Se la metafisica è ricerca di un mondo “al di là”, che presuppone un rinnegamento e una negazione della vita, l’alternativa ad essa non è la prassi, come per Marx, né la scienza, come per i positivisti, ma la volontà di potenza, cioè l’assunzione della vita nella sua totale infondatezza, senza bisogno di ricorrere a un fondamento, o arché (causa prima), che stia al di là di essa. È la spinta all’autoaffermazione della realtà, proprio come in Spinoza, il «costitutivo espandersi della vita». L’uomo nuovo, l’oltreuomo è l’esplicitazione (a livello antropologico) della volontà di potenza, in quanto è capacità della realtà e quindi dell’uomo di oltrepassare se stesso, capacità che si esprime soprattutto nell’arte, forma suprema della volontà di potenza; essa è costante ricreazione di forme, di stili e di maschere tese a potenziare la vita e non a mortificarla come nel caso della conoscenza e della morale, è l’espressione più autentica della forza e della potenza della natura; l’artista è la «prima, visibile figura dell’oltreuomo». L’autentica dimensione dell’arte non è quella romantica (assoluto, Cristianesimo: “arte malata”), ma è quella espressa nelle tragedie greche (“arte sana”). Vivere da artista, vivere positivamente la realtà, significa accettare il nichilismo, che è l’opposto del negativismo assoluto e soprattutto dell’ascetismo di stampo schopenhaueriano o cristiano. In qualche espressione nietzscheana la nozione mostra ambiguità, essendo riportata come «volontà di dominio», l’oltreuomo viene associato all’uomo eroico (con riferimento a quegli «spiriti cesari», Napoleone, Cesare, dominatori nella storia), quasi secondo una visione aristocratica dell’umanità.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email