Mongo95 di Mongo95
Ominide 4324 punti

La repressione da un punto di vista ontogenetico ha uno stretto intreccio con la filogenesi. Il principio della realtà va a incidere sull’individualità, come forma di violenza. Si instaura una dialettica in cui repressione storico-sociale e individuale si fomentano a vicenda e circolarmente.
Marcuse sottolinea come la repressione vada appunto cercata nella repressione degli istinti e ha luogo durante l’infanzia, cioè ancora durante una fase individuale. Tuttavia, il mondo traumatico che durante l’infanzia determina il costituirsi del Super-Io, con nascita di principio di realtà e repressione, ha a che fare con esperienze pre-individuali, di specie. Un’“eredità arcaica”, fenomeni traumatici che appartengono all’uomo in quanto specie, non al singolo, anche se sperimentati durante l’infanzia singolarmente e in modo così forte da far perdurare l’autoimposizione del sacrificio anche nell’età adulta. Se è quindi vero che è il Super-Io ciò che costituisce l’Io, e alla sua base ci sono esperienze pre-individuali, allora l’identità individuale deve essere ricondotta a esperienze di specie. Il fenomeno alla base della filosofia occidentale, l’ego, viene diluito nella specie umana, con un Super-Io collettivo e biologico che opera nella personalità.

La psicologia è quindi eminentemente sociale, perché la personalità di ciascuno di noi, nel suo profondo, è una personalità di specie, frutto e manifestazione del condensamento nel corso del tempo di quella repressione (principio di realtà) di cui è stata oggetto l’umanità, introiettata dagli uomini nella parte più profonda di sé, attingibile attraverso le esperienze infantili.
Le esperienze infantili che determinano la repressione sono dunque esperienze di specie, preindividuali. Al loro volta, gli impulsi istintuali, automodificatisi durante la prima infanzia, sono soggetti a modificazione storico-sociale. Ciò fa si che la repressione che gli individui esercitano su se stessi possa modificarsi. È un circolo, che inizia come repressione sempre e comunque connessa alla civiltà, ma dato che gli impulsi istintuali sono oggetti a modificazioni storiche, significa che la repressione fondamentale può essere trasformata, e ciò spiega la presenza della repressione addizionale, ma lascia anche lo spazio per il superamento della repressione in toto. Un avvio verso l’eros.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017