pexolo di pexolo
Ominide 6525 punti

Psicologia e alchimia (1944)

Rispetto alla corrente rilettura positivistica dell’alchimia, il punto di vista di Jung appare assai innovativo; per alchimia s’intendeva comunemente una pre-scienza, o meglio una pseudoscienza (una “scienza ridicola”, costituita cioè da esperienze miopi, non scientifiche ed aventi un valore prettamente personale, visionario). Jung invece ritiene sbagliato affrontare il problema dell’alchimia da un punto di vista esclusivamente epistemologico, cioè tutto incentrato nel considerarla o meno una scienza alla pari delle altre; certamente, dal punto di vista positivistico l’alchimia termina con la nascita della scienza moderna. Il senso fondamentale dell’alchimia sta nella ricchezza delle esperienze alchimistiche, nel vasto bagaglio di esperienze psicologiche individuali (lasciti di primitive esperienze religiose depositate nella scienza alchimistica) che accompagnano i ripetuti tentativi, perlopiù falliti, i quali sono, a parere di Bachelard, una testimonianza morale: ad ogni tentativo fallito essi ne facevano presto seguire un altro, di giorno e di notte, secondo un’idea di scienza diversa da quella moderna, che vive in laboratori asettici, lontani dalla famiglia, dalla casa e dove non entrano i sentimenti, in quanto possono tagliare la strada alla ricerca oggettiva; contrariamente, gl’alchimisti allestivano in casa i propri laboratori, nei sotterranei, fare scienza per loro significava proseguire la vita quotidiana, la psicologia quotidiana e l’insuccesso nella ricerca scientifica dipendeva dalla poca moralità, dall’impreparazione personale dello scienziato a cui era richiesto un atto di confessione. Analizzare l’alchimia con lenti epistemologiche significa approcciarsi ad un’esperienza in senso riduttivo, proprio perché essa è qualcosa di molto più complesso, è il luogo dove tante credenze ancestrali, archetipiche cercano di realizzarsi.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email