Ominide 652 punti

SIGMUND FREUD: VITA E PENSIERO

Sigmund Freud fu un medico psicanalista tedesco che studiò i meccanismi della mente umana, dando una interpretazione scientifica del sesso e scoprendo e teorizzando "l'inconscio" (parte della mente umana che illuministi e cristiani rifiutavano. I primi perché non accettavano altro se non la ferma ragioni, i secondi perché credevano alla sola esistenza dell'istinto).
Nato in un periodo storico difficile, in quanto ebreo, fu perseguitato dai nazisti che bruciarono le sue opere.
Filosoficamente parlando, Freud è sia positivista che antipositivista. E' positivista in quanto crede che l'uomo sia capace di frenare gli istinti, ma scoperto l'inconscio, diviene antipositivista perché non ammette la sola ragione nei meccanismi psichici.
Freud lavorò tanti anni su dei malati mentali, deducendo che la differenze fra il malato ed il sano è che il sano riesce a mantenere l'equilibrio fra inconscio, io, e Super-io. La psicanalisi è essenzialmente un metodo di cura contro le nevrosi (quando il malato ha la volontà di guarire).

In genere i malati più intelligenti guariscono prima,poiché si rendono conto della propria malattia ed è più facile guarire.

Freud ha analizzato anche il sogno. Egli sostiene che nel sogno c'è un contenuto onirico, proprio del sogno, e un contenuto latente, generato dall'inconscio. Tuttavia quest'ultimo non emerge MAI completamente. Freud ha anche analizzato i vari stadi della sessualità, dividendoli in quattro fasi:

- FASE ORALE: il bambino prova piacere ad allattare dal capezzolo della madre;
- FASE SADICO-ANALE: il bambino prova piacere nell'escrezione delle proprie feci (o nel trattenerle);
- FASE FALLICA: l'adolescente pratica autoerotismo;
- FASE GENITALE: l'uomo ha dei rapporti sessuali con il sesso opposto.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email