Ominide 4479 punti

Stoicismo

Gli Stoici come gli Epicurei,partono dalla sensazione e sostenevano che tutto è corpo. Questa materia,però, si dispiega attraverso un principio razionale(il giorno viene dopo la notte). Da qaueste considerazioni sulla natura,arrivano alla considerazione che essendo tutto corpo,in questo grande corpo che si chiama natura tutte le cose e la materia hanno una spiegazione razionale(anche la morte poichè il corpo va nella terra e si riconcima). Questa razionalità viene identificata nel principio divino,è Dio per gli stoici. Si attribuisce perciò agli stoici la nascita del Panteismo,ovvero Dio in tutte le cose. Dal dio Pan(dio di tutte le cose) e teismo è lo studio. Non ci si può opporre a questo principio. Anche gli stoici parlano di felicità,poichè sostengono che è inutile preoccuparsi della morte o delle cose che succedono poichè tutto ciò che succede è destino. Essi sostengono che il vizio è male poichè porta a controbattere la nostra natura. L'uomo è nato con il principio di consevazione,sa qual'è il vizio e qual'è la virtù.Il destino è ineruttabile. Ai tempi di Aristotele e Platone l'uomo era un animale politico,ora è un animale comunitario secondo gli stoici. Questo perchè non esiste più la polis e l'uomo si identifica con tutta la comunità. La persona impassibile è una persona che non ha più passione e secondo gli stoici l'impassibilità è felicità.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email