Ominide 2993 punti

Gli stoici hanno un atteggiamento più “cupo” degli epicurei.

La fisica

Gli stoici sono Materialisti, ma per loro la materia ha una forza animata ,si scompone e si ricompone.
Per gli storici materia e essere coincidono infatti ritengono che “si dice essere tutto ciò che ha capacità di agire e patire”
Anche la virtù e i vizi sono fatti di materia,poiché agiscono sui nostri sensi.
Furono costretti ad ammettere l’esistenza di 4 enti non materiali: significato,vuoto,spazio,tempo. Introdussero anche un concetto di esistenza.

Tutta la natura è dominata da un principio chiamato in vari modi:
logos: ragione.
physis: ordine naturale.
soffio caldo: (come il fuoco).
ragione seminale: cioè tutte le cose del mondo devono diventare qualcosa, hanno in se la ragione del loro essere
Tutte le cose contengono dio,che non è inteso come persona, ma come principio di vita.

C’è un percorso un piano da seguire. Tutte le cose alla fine portano ad un compimento.
L’anima umana è corporea e mortale. L’unica parte dell’anima responsabile delle funzioni psichiche è quella razionale.
Il mondo ha delle fasi, si distrugge e poi si riforma e torna come prima.

L’etica

Non sembra eudemonistica. La cosa più importante è la virtù e per essere virtuosi bisogna seguire la natura. Solo i filosofi riescono a realizzare la loro natura, gli uomini invece si interessano troppo delle cose del mondo,e gli stoici pensano che non bisogna farsi turbare dalle cose del mondo. Si tratta di un’etica priva di contenuti, la cosa più importante è l’intenzione, seguire sempre la razionalità

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email