Ominide 2155 punti

Socrate - Concetti

Il nuovo significato di “virtù” e la nuova tavola dei valori

La “virtù” dell’uomo è ciò che fa sì che l’anima sia buona e perfetta. La virtù è secondo Socrate la scienza (conoscenze), mentre il vizio sarà la privazione della conoscenze e quindi l’ignoranza. In questo modo Socrate opera una rivoluzione della tradizionale tavola dei valori. Si tratta dei valori dell’anima.

La scoperta socratica del concetto di libertà

La più significativa manifestazione della ragione umana si esplica in quello che Socrate chiama “autodominio”, ossia nel dominio di sé negli stati di piacere, di fatica e di dolore. L’autodominio in sostanza significa dominio della propria razionalità sulla propria animalità. Dunque, Socrate ha espressamente identificato la libertà umana con questo dominio della razionalità sull’animalità. Il vero uomo libero è colui che sa dominare i suoi istinti.

Il nuovo concetto di felicità

La felicità non può venire dalle cose esteriori, non dal corpo, ma solamente dall’anima. L’anima è felice quando è ordinata, ossia virtuosa. Socrate indica virtuoso chi è felice. Si tratta di salute, ordine spirituale e armonia interiore.

La rivoluzione della “non violenza”

Secondo Socrate, la vera arma di cui l’uomo dispone è la sua ragione e la persuasione. Se, facendo uso della ragione, l’uomo non riesce con la persuasione nei suoi obiettivi, deve rassegnarsi, perché la violenza è un gesto blasfemo e scellerato.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email