Genius 27283 punti

Distinzione di ambiti e discipline

Distinguendosi ormai drasticamente non solo dai maestri di verità, ma dallo stesso Platone, Aristotele articola inoltre il campo della filosofia in una pluralità di ambiti e discipline diverse (logica, fisica o filosofia della natura, filosofia pratica – etica e politica –, psicologia, metafisica, teologia) che presentano ognuna dei principi e dei metodi propri che non andavano sovrapposti e confusi, come accadeva nella globalità indistinta dei messaggi sapienziali ma anche nelle complesse discussioni dialogiche di Platone.

Il trattato filosofico

A ognuno di questi campi disciplinari Aristotele dedica uno o più scritti, che ormai sono in forma di trattato, cioè di un’esposizione organica che parte dalla discussione delle tesi precedenti e dalla formulazione del metodo adeguato di ricerca, ed esamina ordinatamente il materiale di conoscenza disponibile, giungendo infine alle conclusioni teoriche pertinenti.

Il Liceo e il corso di studi

Ognuno di questi trattati costituisce la base, o il risultato, di corsi di lezioni tenuti da Aristotele nella sua scuola, il Liceo, che mantiene l’antico carattere di una comunità di vita e di lavoro fra studiosi, ma si organizza ormai come un’istituzione dedicata alla formazione regolare di specialisti nei vari ambiti del sapere filosofico. Con Aristotele, la filosofia antica entra nella fase della sua maturità; ma senza saperlo, e forse senza volerlo, Aristotele costituisce inoltre la premessa per ulteriori trasformazioni della figura del filosofo.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email