pexolo di pexolo
Ominide 6527 punti

Retore folle e Mimo totale

Retore Folle


Tornando ai programmi del «collegio», Platone passa a distinguere due modelli di oratoria: uno è il retore «misurato», che si astiene dall’imitare caratteri e situazioni spregevoli, l’altro è il retore folle o «sfrenato», che non arretra di fronte a nessun contenuto imitabile. Riproponendo un’analisi strettamente contenutistica, Platone afferma «crederà che non ci sia cosa indegna di lui, sì da mettersi a praticare con tutta serietà ogni mìmesis davanti a un grande pubblico, anche quelle che or ora dicevamo, tuoni, rumori di venti […] belati, versi di uccelli. E il suo dire si baserà tutto sulla mìmesis, nella voce come negli atteggiamenti del corpo». Giunti in una scena di pura follia, questo diventare-animale del retore folle permette a Platone di concludere che il suo linguaggio (forma propriamente umana) si riduce a «suoni», cioè affiora un elemento sub-umano che è pure costitutivo della psiche umana così-com’è.

Mimo totale


L’episodio sembra concludersi con una formula secca: «nel nostro Stato non vi è un uomo doppio né multiplo, ma ognuno agisce secondo quell’unica cosa che è». Questa formula mette al bando il passaggio dall’uno al due ai molti, ossia quel processo di proliferazione (prima apparentemente controllabile e poi incontrollata) che è la natura profonda della mìmesis come immaginazione, di cui Platone intuisce il potenziale patologico. Tuttavia l’episodio non si conclude, perché subito viene evocato un altro personaggio «sacro e portentoso e seducente»: si tratta di un rito di purificazione, con cui la Città mette al bando non un personaggio ma un principio, il principio per effetto del quale la Città si ammala. Esso, il Mimo Totale, richiama sia lo Stregone-Illusionista sia il Retore Folle, cioè le due figure chiave della serie (la metamorfosi e la mìmesis): esse vengono a coincidere in un personaggio che ne afferma l’identità in via definitiva. È la potenza dell’immaginazione, che può assumere tutte le forme, imitandole.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email