Ominide 45 punti

Parmenide, filosofia e pensiero


Parmenide di Elea è stato un filosofo greco antico. Oltre ad essere stato un grande pensatore, è stato anche un importante costituzionalista. Egli è l'inventore del principio di identità e non contraddizione, principio utile anche in matematica.
L'essere di cui parla Parmenide è un essere ontologico,ovvero tutto ciò per cui è e non può non essere.
L'essere di Parmenide ha queste caratteristiche:
-è uno: la pluralità è solo un'apparenza;
-è incorruttibile: se infatti si corrompesse, passerebbe dall'essere al non essere;
-è eterno: non ha un origine e non ha una fine;
-è sferico: è quindi finito e perfetto. I punti di una sfera, infatti, sono equidistanti dal centro e rappresentano la perfezione;
-è senza tempo: qualora fosse legato al tempo, sarebbe legato anche alla trasformazione.

Parmenide scrive 'Sulla natura' in cui immagina di essere trasportato su un carro dalle figlie del sole, rappresentanti la ragione, e condotto verso una dea, simbolo di verità.
Parmenide riesce a vedere la dea grazie alla giustizia.

Parmenide parla di ALETEIA. Questa parola sta a significare 'DISVELAMENTO', ovvero togliere il velo, rappresentante la sola apparenza.
Affianco alla verità Parmenide inserisce la dona ('opinione'). Essa si divide in:
-plausibile: è l'opinione possibilmente vera e che fa da anticamera alla verità;
-fallace: deriva dai sensi ed è strettamente legata al corpo.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze