Ominide 756 punti

Definizione di filosofia



Per dare una definizione di filosofia osserviamo un altro aspetto importante della cultura greca: i greci hanno appreso la maggior parte delle regole matematiche e astronomiche dagli Egizi e dalla grandi civiltà Mesopotamia, ma da un certo punto di vista possiamo dire che sono stati loro ad inventare queste discipline, in particolare la matematica. Perché ? Prendiamo come esempio il teorema di Pitagora: gli Egizi erano perfettamente in grado di calcolare ipotenusa e cateti dei triangoli rettangoli, perché calcoli del genere erano indispensabili per l’amministrazione del regno, per la divisione dei campi etc… tuttavia possiamo dire ancora una volta che il teorema di Pitagora è stato inventato in Grecia. Gli Egizi infatti conoscevano la matematica, sapevano fare numerosissimi calcoli geometrici e algebrici, perché erano fondamentali per gestire lo stato, ma la loro era una conoscenza puramente pratica. L’atteggiamento dei greci invece era diverso: loro si domandavano perché un calcolo funzionasse, cercavano una legge, una regola e poi cercavano di dimostrarla. Cercavano la teoria che stava dietro ai calcoli ed è per questo che li consideriamo gli inventori della matematica. Ciò che caratterizza la loro cultura, il loro modo di pensare, è questa necessità di trovare leggi che poi andranno dimostrate e giustificate. Come farlo ? Attraverso la logica e la ragione, che è diverso dal dire: è così perché l’ha detto Dio, è così perché c’è scritto sul libro sacro, oppure semplicemente: beh, è evidente che funziona. Quello dei greci è un approccio di tipo teorico. Quello che viene detto va giustificato con il ragionamento, con la dimostrazione, con la logica. Se un ragionamento è logico infatti non può essere negato e può convincere chi non era d’accordo. Possiamo quindi dare adesso una definizione di filosofia:
Filosofia = spiegazione degli eventi di tipo teorico (quindi di carattere astratto: il filosofo tende ad astrarre e teorizzare. Va alla ricerca di una teoria, una legge, un principio) che si basa su una dimostrazione, una giustificazione, che deve a sua volta essere logica e razionale.
Una giustificazione come ”l’ha detto Dio” non ha senso in un ragionamento di questo tipo. Ovviamente ci si arriva gradualmente, pensatore dopo pensatore.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email