pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Bioetica - Definizione


Ciò che è tecnicamente possibile è moralmente lecito?


Questa è la domanda pilastro su cui si basa la bioetica. Essa ha il compito di aprire delle finestre verso l’ esterno e di farci riflettere su determinati temi con diversi strumenti.
Che diritto ha l’ uomo di intervenire sulla vita e la morte di un suo simile o addirittura di se stesso? La bioetica non offre tanto risposte quanto spunti di riflessione e strumenti per analizzare le problematiche a noi vicine.
Tesi continuista: la sacralità della vita
Sostiene che la bioetica non è altro che l’ applicazione a vari ambiti tecnologici della riflessione morale tradizionale. Si sviluppa dall’ etica medica e prevede la sacralità della vita ad ogni costo e condizione.
Si parla appunto di un modello deontologico ossia caratterizzato da regole valide a priori.
Tesi discontinuista: la qualità della vita
Questa tesi afferma che la bioetica ha segnato una rottura rispetto al modo di intendere il rapporto tra scienza e morale. Si trattano i diritti del MALATO secondo i quali egli ha il diritto di scegliere tra le terapie che gli vengono proposte e mette al primo piano la qualità della vita e l’ autonomia del paziente.
Segue sia un modello deontologico che consequenzialista, applicazione di regole e divieti tenendo contestualizzando.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove