gaiabox di gaiabox
Ominide 3551 punti

Struttura e trasformazioni delle sostanze

Considereremo quanto Aristotele afferma intorno alla struttura interna sostanze prime e come, soprattutto nel caso delle sostanze naturali, egli spieghi le loro trasformazioni. Vedremo cioè come Aristotele risponde a queste domande: com'è costituita.una sostanza, per esempio quella di un uomo o di un tavolo? Come Si determinano i mutamenti da cui le sostanze sono coinvolte, quando per esempio crescono o quando cambiano di luogo? Un ruolo fondamentale in questo senso rivestono, rispettivamente, la teoria delle quattro cause e i concetti di potenza e atto. Si tratta di nozioni il cui campo di applicazione è molto ampio e si estende dalla fisica alla metafisica, dalla matematica alla filosofia pratica.

Rapporti di equivalenza tra le cause

Aristotele tende spesso a considerare equivalenti la causa finale e quella formale e, in certe condizioni, anche quella motrice. Per esempio, nei confronti della generazione di un uomo, l'uomo adulto può essere inteso sia come causa motrice, in quanto padre che dà avvio alla generazione con la fecondazione, sia come causa finale, perché rappresenta il fine cui tende il processo della generazione, sia infine come causa formale (il fine cui tende il processo della generazione non è altro se non l'assunzione, da parte dell'individuo generato, dei caratteri formali, morfologico-funzionali, dell'uomo adulto).

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email