gaiabox di gaiabox
Ominide 3551 punti

Poesia e retorica

Come osserva lo studioso Enrico Berti, «lo specifico dell'arte è, per Aristotele, il momento della concezione della forma, cioè della rappresentazione mentale, indipendentemente dalla materia, ossia quello che in termini moderni chiamiamo il progetto». Due arti costituiscono l'argomento di altrettante opere di Aristotele, rispettivamente la Poetica e la Retorica.

Il valore conoscitivo della poesia

In greco, espressioni come arte poetica e poesia (p6iesis) significano in generale "arte di produrre" e "produzione". Nella Poetica di Aristotele, tuttavia, tali espressioni individua-no l'arte di elaborare narrazioni (mythoi), le cui forme principali, anche se non esclusive, sono l'epica e la tragedia (generi alti), il giambo e la commedia (generi bassi).

Anche per Aristotele, come per Platone, l'arte è imitazione (mimesis) della realtà. Platone, però, nella Repubblica condanna l'opera del poeta come imitazione di imitazione, priva di verità perché copia della realtà sensibile, a sua volta immagine sfocata del mondo intelligibile. Aristotele, invece, nella Poetica, prende le mosse dalla definizione dell'arte come imitazione, per affermare il valore conoscitivo della poesia. Imitando le azioni e le passioni umane, cioè rappresentandole, la poesia ci insegna infatti a conoscerle, mentre ci procura diletto.

Il confronto tra poesia e storia

A conferma di tale valore conoscitivo, Aristotele pone l'arte poetica a confronto con 1a sto. ria, rilevando che, benché entrambe abbiano a oggetto vicende particolari e non nozioni universali, la poesia ha un maggior rilievo teorico, è «più filosofica» (philosophoteron) della storia, perché le conoscenze di cui essa è portatrice accedono a un maggior grado di universalità. Se infatti la storia narra di singoli eventi realmente accaduti in un determinato momento e luogo, la poesia si propone di rappresentare vicende umane possibili. A differenza della storia, cioè, la poesia raffigura azioni che ogni uomo potrebbe verosimilmente compiere qualora si trovasse ad agire in un contesto analogo a quello descritto.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email