pexolo di pexolo
Ominide 6523 punti

Sull'interpretazione

L’uomo è l’unico animale dotato di parola (zòon lògon èchon); in un passo iniziale di quest’opera egli presenta il linguaggio come espressione, sottolineando come, dopo Platone, è andata persa la sua dimensione auscultativa. «Or dunque, i suoni della voce sono simboli delle affezioni che hanno luogo nell'anima e le lettere scritte sono simboli dei suoni della voce. Allo stesso modo poi che le lettere non sono medesime per tutti, così neppure i suoni sono i medesimi; tuttavia suoni e lettere risultano segni, anzitutto, delle affezioni dell'anima che sono le medesime per tutti e costituiscono le immagini di oggetti già identici per tutti» (a cura di G. Colli). Tuttavia, Heidegger ritraduce questo passo cercando di offrirne una differente interpretazione: «I suoni della voce mostrano le affezioni dell’anima, e le lettere scritte mostrano i suoni della voce. Allo stesso modo poiché le lettere scritte non sono uguali per tutti gli uomini, così neppure i suoni sono i medesimi. Quello che poi questi (suoni e lettere scritte) in primo luogo mostrano, sono le affezioni dell’anima, che sono le medesime per tutti, e le cose di cui queste (affezioni) costituiscono le immagini, sono del pari le stesse per tutti». Il passo aristotelico evidenzia la funzione espressiva del linguaggio, che appare, fin dalle origini, come parlare, discorrere: perciò, la cultura occidentale (imperniata sul lògos) appare incardinata al potere altamente espressivo di un lògos più capace di dire che di ascoltare; il linguaggio è essenzialmente preoccupato del dire e non mostra atteggiamenti relazionali che promuovano le dinamiche dell’ascolto. Un certa tradizione filosofica si è convogliata su questo senso del “dire”, da cui ne è risultato un linguaggio plasmativo, non facilmente recepibile, in cui sono fondamentali il silenzio e la parola sollecitatrice, in grado di sviluppare un autentico dia-lògos.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email