gaiabox di gaiabox
Ominide 3551 punti

La confutazione dialettica

Consideriamo più da vicino lo schema formale di una discussione dialettica, in cui siano impegnati due contendenti, rispettivamente A e B, ciascuno dei quali sostiene la propria tesi, che chiameremo a e b. Ora, né a, né b, né le conseguenze logicamente da esse derivanti possono essere in contraddizione con le premesse comuni, su cui hanno concordato A e B (e il pubblico che assiste alla discussione), pena la confutazione. Il contendente B ha dunque lo scopo di dimostrare che da a deriva logicamente la conclusione al (la quale contraddice le premesse comuni), confutando in questo modo la tesi a. Il contendente A ha a sua volta come scopo di dimostrare che dalla tesi b deriva logicamente la conclusione b1 (la quale contraddice le premesse comuni), confutando così la tesi b. Lo schema sotto illustra questo procedimento in modo sintetico.

I termini e il loro significato

Per prevalere in una discussione, il buon dialettico deve padroneggiare le regole che governano il discorso. A questo scopo, egli deve in primo luogo conoscere il significato dei singoli termini, che rappresentano gli elementi minimi di cui il discorso è costituito. In particolare, deve essere chiaro se un termine abbia più di un significato. Alcuni termini, osserva infatti Aristotele, possono essere usati in un solo senso: hanno cioè un significato univoco, come per esempio il termine "corvo", che denota esclusivamente una specie del genere volatile. Altri, invece, sono equivoci, cioè portatori di molteplici significati. Aristotele porta l'esempio del termine greco onos, che significa sia "asino" (cioè una specie del genere animale) sia "orcio" (una specie del genere suppellettile). Un caso di equivocità si verifica anche quando un termine come "uomo", in sé privo di significati in genere diversi da quello "animale", sia predicato di una statua ("statua di un uomo"), o di un uomo raffigurato in un dipinto.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email