Genius 5605 punti

La dialettica e la critica di aristotele

Nel libro "Topici" Aristotele parla della dialettica,un elemento di spicco dell'epoca filosofica precedente, contraddistinta dalla dialettica sofista e dalla dialettica socratica, che ora invece è intesa in modo negativo rispetto a Platone. Infatti la dialettica è l’arte di far passar per vero ciò che è solo probabile, e probabilmente falso. La dialettica non è quindi una scienza,non è quindi un ambito che sia in grado di studiare la realtà del mondo esprimendo sempre una verità assoluta, ma solo un insieme di tecniche di persuasione discorsiva, pericolose a volte, poichè in grado di distruggere le credenze altrui. I Topici non sono altro che un elenco di tecniche dialettiche, tutte considerate errate da Aristotele, riassunte come un indice di libri proibiti. Gli Elenchi sofistici, opera sempre editta da Aristotele, invece sono solo una riflessione sulle tecniche di alcuni sofisti,i filosofi che più si erano serviti nella storia della filosofia delle tecniche di dialettica, volte alla persuasione, volte alla vittoria sull'ignoranza, considerate l'esèressione somma di tutta la filosofia, in grado di poter rendere ogni essere umano un filosofo e in grado di poter sconfiggere le credenze di ogni individuo. Nell'opera infatti Aristotele condanna chiaramente la dialettica, perché è nemica della verità, e facendo ciò condanna anche indirettamente la filosofia sofista rea a suo avviso di aver riempito i propri adepti di bugie che gli hanno distolti dalla ricerca della scienza, l'unica arte nell'ambito della realtà in grado di fornire la verità assoluta, che rende colti e liberi.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email