Ominide 45 punti

Il magnetismo deriva dal nome di un minerale che si trova in natura, la magnetite che è una calamita naturale e ha la proprietà di attrarre alcuni metalli come ferro, nichel e cobalto. Il campo magnetico è lo spazio intorno alla calamita, dove questa può esercitare la sua forza di attrazione che si manifesta secondo linee di forza. In tutte le calamite ci sono due poli magnetici chiamati NORD e SUD.
Se si avvicinano due poli uguali si respingono, mentre se sono diversi si attraggono. Un’altra caratteristica dei magneti è che sono sempre in copia, quindi se si spezza la calamita in entrambe le parti, queste saranno dotate di un polo positivo e uno negativo.
Esiste un legame tra il campo magnetico e l’elettricità, infatti, se si avvolge un filo elettrico a formare una spirale e si collega a una pila, genera un campo magnetico ancora più intenso. La bobina invece prende il nome di SOLENOIDE.

Se si introduce all’interno della bobina una barra di ferro dolce, questa si magnetizza e aumenta il campo di forza, però il fenomeno si interrompe se si toglie la corrente. Questo dispositivo è definito elettrocalamita.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Tecnica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove