Ominide 8039 punti

La ghisa è una lega costituita da ferro e carbonio, con la percentuale in peso di carbonio molto elevata. Essa viene prodotta dalla fusione in altoforno del minerale. L'altoforno è un grande contenitore verticale di acciaio, rivestito di materiale refrattario, dentro il quale la temperatura aumenta dall'alto verso il basso, fino a 1800 °C. Viene tolta dall'altoforno da 6 a 8 volte nelle 24 ore, con una produzione giornaliera di 2500-2400 tonnellate. Il minerale, estratto dai giacimenti , viene frantumato, lavato ed essiccato. Viene poi caricato nella bocca dell'altoforno , a strati alterni con il coke metallurgico. Il minerale viene mischiato con il fondente, generalmente pietra calcarea che ha la funzione di facilitare la fusione e di sciogliere le impurità.
Il coke metallurgico svolge due funzioni:
• serve come combustibile, per mantenere una temperatura elevata necessaria per il processo;
• reagisce con l'ossido di ferro e parte del carbonio in esso contenuto entra a far parte della ghisa.

L'altoforno è percorso dal basso verso l'alto da una corrente d'aria: aria riscaldata a 900 °C viene soffiata da ugelli posti nella zona bassa, per consentire al coke di bruciare. La ghisa, liquida a causa dell'altissima temperatura, si raccoglie nella zona più bassa dell'altoforno, dove viene separato dalle scorie: siccome esse sono leggere, galleggiano sopra la ghisa liquida e vengono estratte attraverso una apposita bocca di prelievo disposta nella parte alta , mentre la ghisa viene raccolta da un'apertura praticata in prossimità del fondo.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Tecnica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email