gritzz_ di gritzz_
Ominide 25 punti

La fotografia è una tecnica che permette di catturare le immagini reali fissandole su un supporto, e questo viene fatto con una macchina fotografica, strumento fondamentale che, negli anni ha subìto diversi cambiamenti diventando sempre più sofisticata.

La macchina fotografica

Le macchine fotografiche hanno tre componenti principali:

• Camera oscura;
• Obbiettivo, composto da varie lenti;
• Recettore della luce o sensore immagine;

La maggior parte delle macchine fotografiche utilizzate al giorno d’oggi sono digitali e quindi l’immagine viene salvata sotto forma di file. Per farlo bisogna prima scomporre l’immagine in segnali elettrici che poi diventeranno il file salvato su un’apposita scheda, questo viene fatto dal SENSORE IMMAGINE, una piccola lastra piatta;


Nelle macchine fotografiche più “arretrate” si trova il recettore della luce che non è altro che la pellicola fotografica, ovvero una striscia di plastica trasparente cosparsa con un’emulsione sensibile alla luce, difatti, si annerisce se colpita dalla luce.

Fotocamere reflex e compatte

La fotocamera reflex è dotata uno specchio ribaltabile inclinato di 45° rispetto al sensore immagine, o alla pellicola, che permette di inquadrare “attraverso l’obbiettivo”;

http://dumpshare.net/images/14744553.jpg

La fotocamera compatta non ha lo specchio e spesso in quelle digitali è assente l’oculare perché l’immagine si vede sullo schermo posteriore, se invece c’è è sfalsato rispetto all’obbiettivo.

http://dumpshare.net/images/68865844.jpg

Ci sono poi altri dispositivi, tra cui:

Messa a fuoco: fa compiere piccoli spostamenti alle lenti dell’obbiettivo e permette di rendere l’immagine più nitida modificando la distanza tra lenti e recettore.

Otturatore: regola il tempo in cui la luce entra nella camera oscura. Esiste una scala dei tempi, uguale per tutti i dispositivi, che indica le frazioni di secondo.

Diaframma: è formato da delle lamelle poste a forma di iride che formano un’apertura al centro che può essere più o meno ampia e ciò dipende in base alla quantità di luce che si vuole far entrare nella camera oscura.


Regolazione della luce
Per regolare la luce si agisce contemporaneamente sul tempo di scatto e sul diaframma. Esistono delle COMBINAZIONI EQUIVALENTI che permettono di ottenere la stessa quantità di luce ma in più modi.
In base alla combinazione varia la profondità di campo (la zona a fuoco) che sarà maggiore quando il diaframma sarà più chiuso.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Tecnica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email