Ominide 11270 punti

Il Cotone


Il mondo antico non conobbe che scarsamente la coltura del cotone. Furono gli Arabi a diffonderla nel Mediterraneo (lo stesso nome di “cotone” deriva dall’arabo). Oggi il cotone è prodotto in Egitto, in India, nel Brasile, ma soprattutto negli Stati Uniti (circa la metà della produzione mondiale).
La pianta raggiunge i 2 metri in altezza. Ha fiori grandi, gialli; il frutto è una capsula rotonda dalle dimensioni di un uovo. Giunto alla maturazione il frutto si apre da solo: contiene tanti semi e una bianca peluria, la bambagia, che costituisce la fibra tessile. La bambagia viene raccolta o a mano o con macchine, che l’aspirano. Dopo la separazione dei semi, la bambagia viene pressata e imballata per essere inviata alle industrie tessili, per la lavorazione.
Altre piante preziose per l’attività industriale sono le piante da legname (Palissandro, Mogano, Sandalo, Ebano, Rovere, Acero, Frassino, Ciliegio, Olmo, Noce, Pioppo, Betulla, Faggio, Abete, Quercia, Castagno ecc.).
Una pianta industriale, che ha assunto ed assumerà sempre di più importanza è l’Hevea brasiliensis, la più importante pianta da caucciù. È originaria dell’Amazzonia, ma ormai perfettamente ambientata nella Malesia, nelle Indie Orientali e a Ceylon. I ¾ della produzione mondiale di caucciù sono utilizzati nella fabbricazione di pneumatici per auto, aerei, biciclette.
Come si ottiene la gomma? Sulla pianta, dal settimo anno in poi, si fanno giornalmente delle incisioni: si bada sempre a non recare danno al cambio. Il lattice della pianta scola e viene raccolto in recipienti: poi viene avviato alle fattorie per le prime manipolazioni. Hai certo sentito parlare di gomma vulcanizzata. La vulcanizzazione consiste nel trattare il caucciù con zolfo. La gomma così trattata diviene migliore, più elastica e resistente.
Hai bisogno di aiuto in Educazione Tecnica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove