Video appunto: Confezione dei vestiti

Confezione dei vestiti



Fino agli anni Cinquanta, la confezione dei vestiti era un’attività perlopiù artigianale, affidata ai sarti. Successivamente iniziò lo sviluppo di aziende per la produzione di abiti di ogni tipologia. Ancora oggi, tuttavia, vengono prodotti capi di sartoria. Le principali operazioni di sartoria sono:
- presa delle misure: la circonferenza del petto, della vita, dei fianchi, la lunghezza del braccio piegato, etc;
- preparazione del modello in carta delle varie parti dell’abito;
- taglio del tessuto, sovrapponendo il modello sulla stoffa;
- imbastitura: si tratta di una cucitura provvisoria, realizzata con punti molto radi, in modo che il vestito possa essere comodamente smontato.
Dopo l’imbastitura il vestito è provato dal cliente: se necessario, si effettuano le opportune correzioni;
- cucitura delle parti del vestito con la macchina da cucire;
- finitura: vengono applicate le fodere, vengono eseguiti gli occhielli e vengono attaccati i bottoni. Infine il vestito è stirato e consegnato al cliente.

Nella confezione industriale molte operazioni sono effettuate a macchina.
- I modelli sono sviluppati al computer, che elabora le dimensioni delle varie taglie.
- Il taglio del tessuto è eseguito da macchine computerizzate.
- La cucitura è effettuata con macchine molto più rapide delle normali macchine per cucire.
- La stiratura viene fatta a macchina.