Ominide 651 punti

Libertà dei cittadini nella Costituzione


La libertà personale è il presupposto principale per poter esercitare i diritti espressi nella Costituzione. La libertà personale è inviolabile (attestato dall’articolo 13 della Costituzione italiana). Può essere limitata sono in alcuni casi previsti dalla legge e per ordine di un giudice. Ovviamente, ciò che può fare un giudice è sempre controllato dalla Costituzione italiana: solo sulla base di una legge esistente lo Stato può agire in campo giudiziario, altrimenti possiamo, benissimo, parlare di abusi di potere. Ci sono altre libertà da proteggere, oltre alla libertà personale: ovvero la libertà nella sfera privata. Infatti, gli articoli 14 e 15 della Costituzione tutelano rispettivamente:
• l’inviolabilità del domicilio;
• la segretezza della corrispondenza;

Questi due articoli tutelano la privacy dei cittadini.
Un’altra libertà, di cui bisogna parlare, è la libertà nella sfera pubblica. In questo caso la Costituzione riconosce:
• il diritto di soggiornare e circolare liberamente;
• il diritto di riunirsi pacificamente e senz’armi;
• il diritto di associarsi con altri cittadini;
• il diritto di manifestare il proprio pensiero.
Un’ultima libertà, ma non la meno importante, riguarda la libertà religiosa. La Costituzione offre a tutti coloro che vivono in Italia, di professare liberamente la propria fede religiosa (articolo 19).

Hai bisogno di aiuto in Educazione Civica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email