Eliminato 896 punti

Matrimonio kanaku

I kanaku erano terribili guerrieri e combattenti valorosi. Molte delle loro tradizioni si sono tramandate anche nei tempi d’oggi come il rito della celebrazione del matrimonio. Prima i genitori del figlio decidono la ragazza e poi vanno dalla ragazza gli portano dei regali, ovvero una gallina e un pugno di monete. Fin dal mattino la festeggiata viene lavata e profumata dalle donne del villaggio, intanto gli invitati portano: un porcellino, delle stuoie, dei cestini, delle noci di cocco e delle pietanze colorate.Già all’alba un gruppo di donne si trova a preparare il pranzo in cucine, ovvero delle buche scavate in terra e ricoperte da frasche.
Un secondo gruppo di donne preparano delle salse con alghe, licheni, succo di limone, acqua di mare, noce di cocco. Gli uomini invece preparano la “cana”, una bevanda che si fa masticando nodi di radici e sputandole nella pentola. La sposa viene portata sulle spalle dai giovani nella casa dello sposo e tutti gli invitati, sia maschi che femmine, portano fiori scarlatti sulle orecchie. Tutti i giovani alla festeggiata portano come dono: due agnelli, sei tortore e cesti di riso. Infine gli invitati ballano per tutta la notte, mentre gli sposi sono chiusi nella loro capanna.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Artistica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017