Ominide 2487 punti

Donatello -David

La scultura rappresenta David, un giovane pastorello poi diventato re d'Israele, che ha appena sconfitto il nemico, il gigante Golia. Donatello immagina David nel momento del trionfo mentre, con sguardo riflessivo, contempla l'esito della sua impresa. Poiché si è rifiutato di indossare l'armatura prima dello scontro, David è raffigurato per simboleggiare la sua fiducia nella protezione divina e nella vittoria finale. Questa scelta condizionerà in seguito anche altri artisti, come ad esempio Michelangelo.
Nella composizione sono evidenti lo studio dei modelli classici e l'ammirazione per la scultura antica. L'opera, concepita per essere posta su una colonna e ammirata da ogni lato, invita l'osservatore a muoversi, a scoprire la qualità esecutiva dei dettagli: la giovanile bellezza del modello, la postura elegante del corpo, la fierezza del suo sorriso.

Realizzata in origine per il cortile di palazzo Medici, la scultura non ha una chiave di letteratura univoca. Alcuni dettagli dell'opera, quali l'assenza della fionda usata per scagliare la pietra, il singolare copricapo, l'uso di ornatissimi calzari, rimandano al mondo della mitologia e hanno fatto ipotizzare che Donatello avesse voluto in realtà raffigurare Ermes-Mercurio, il dio messaggero, con ai piedi Argo, l'essere mostruoso ucciso per volontà di Zeus. In verità l'ambiguo significato della scultura dimostra la libertà espressiva raggiunta da Donatello e la sua capacità da interpretare le fonti antiche con originalità e fantasia.
DATA: 1440-1443
MATERIALI: Bronzo
DIMENSIONI h: 158 cm
COLLOCAZIONE: Firenze, Museo Nazionale del Bargello.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Artistica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email