Ominide 4169 punti

Registrazione dei ratei attivi e passivi


I ratei attivi e passivi fanno parte delle scritture di completamento e di integrazione. Siamo di fronte ad un rateo quando un costo o un ricavo di competenza dell’anno sarà pagato o riscosso (manifestazione finanziaria) nell’anno successivo (posticipatamente). I ratei riguardano quindi operazioni a cavallo del 31/12 e l’impresa deve registrare la parte di costo o di ricavo di competenza dell’anno.

Es. in data 1/11 abbiamo stipulato un contratto di affitto accordandoci per il pagamento semestrale di un canone di 4800€ da pagare posticipatamente ogni 1/5 e ogni 1/11. Al 31/12 è necessario calcolare il fitto passivo dell’anno di competenza (1/11-31/12).
4800/6x2=1600: rateo passivo
VE- Fitti passivi 16000
VF- Rateo passivo 16000
Registrato rateo passivo (costo di competenza dell’anno)
Es. ad un cliente il cui credito è di 8000€ abbiamo concesso una dilazione di pagamento in data 20/11 per 4 mesi accordandoci per interessi calcolati al tasso del 6% da riscuotere alla nuova scadenza (quindi posticipati)
8000x6x41/36500=53,92; rateo attivo
VF+ Rateo passivo 53,92
VE+ Interessi attivi 53,92
Registrato rateo attivo (ricavo di competenza dell’anno)
I ratei attivi riguardano quindi ricavi da riscuotere, mentre i ratei passivi riguardano i vari costi da sostenere.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email