Sapiens Sapiens 12228 punti

È sempre efficace il progresso tecnico?


Anche il progresso tecnico, per sviluppare le proprie potenzialità, deve trovare un contesto adeguato. Tecniche più moderne infatti richiedono personale preparato a gestirle e, come abbiamo già visto, nei Paesi arretrati ciò si realizza raramente o non si realizza.
D’altronde, l’introduzione di impianti sofisticati in Paesi arretrati potrebbe produrre una sorta di effetto boomerang. Le nuove tecnologie, infatti, vengono messe a punto nei Paesi occidentali, dove il problema principale è quello di risparmiare l’impiego di manodopera, cosicché esse sono generalmente intensive in capitale; nei Paesi poveri, invece, dove la manodopera è abbondante, sarebbe più conveniente l’impiego di tecniche intensive in lavoro.
Inoltre, l’impiego di tecniche semplici consente una maggiore e più rapida diffusione del loro apprendimento, anche attraverso forme come il learning by doing, che consiste appunto nell’apprendere dall’esperienza o per imitazione, e che in Paesi dove il sistema formativo è particolarmente carente si è rivelato di notevole importanza.
Quindi,per finire, va inoltre ricordato che nella maggior parte dei Paesi poveri, il settore economico trainante è quello agricolo, dove la scelta delle tecniche è fortemente condizionata dalle caratteristiche climatiche e dalla morfologia del terreno, così che diventa impossibile trasferirle da un Paese all’altro senza in qualche modo adattarle.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze