La finanza è una materia che si occupa delle spese di uno Stato o di altri enti pubblici. Le parole più usate in finanza sono:
-Azioni: quote del capitale di una società che vengono acquistate da un acquirente che diventa azionista di quelle quote. Se la società guadagna, una parte dei guadagni va all'azionista in proporzione alle azioni possedute;
-Carta di credito: tessera con codice segreto per pagare gli acquisti con l'addebito sul proprio conto corrente bancario; ne è un esempio la Carta Bancomat che è la più diffusa a livello nazionale;
-Conto corrente bancario: contratto tra banca e risparmiatore; la banca deve pagare un interesse sulla somma depositata e il risparmiatore (o cliente) viene informato dei prelievi e dei versamenti grazie all'estratto conto;
-Debito pubblico: somma di prestiti che lo Stato ottiene dai cittadini che acquistano dei titoli come BOT, BTP, ecc... Lo Stato si assicura la somma necessaria garantendo il pagamento degli interessi;

-Deficit pubblico: differenza tra entrate (tasse e tributi) e le uscite (servizi, stipendi dei dipendenti pubblici, ecc...) di uno Stato;
-Fondo d'investimento: risparmio di persone che viene raccolto da una società finanziaria per investirlo;
-Inflazione: aumento del prezzo delle merci;
-Tasso di inflazione: incremento percentuale dell'aumento dei prezzi al consumo;
-Obbligazioni: titoli di credito emessi dalle banche per ottenere un prestito;
-Spesa pubblica: uso dei soldi dei cittadini (che derivano dalla riscossione delle imposte) per pagare i servizi pubblici (sanità, scuola, ecc...);
-Titoli di Stato: prestito allo Stato da parte del cittadino attraverso l'acquisto di un titolo (BOT=Buoni Ordinari del Tesoro, BTP=Buoni del Tesoro Poliennali, CCT=Certificati di Credito del Tesoro);
-Valuta: moneta circolante in un Paese.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email