maruss di maruss
Ominide 249 punti

In questa forma di mercato c’è un solo venditore e tantissimi compratori. Il venditore non può cambiare la curva della domanda ed il prezzo è alto visto che il venditore essendo solo è sicuro che i compratori andranno da lui (es. grandi stilisti di moda).
Entra in gioco la rendita del consumatore ( un guadagno di tipo psicologico dato dalla differenza tra quello che sarei disposto a pagare e che effettivamente pago).
Il venditore per avere il massimo profitto effettua la politica dei prezzi multipli ossia ai compratori ricchi li mazzola, mentre a quelli poveri cerca di fare un prodotto simile ma con materiale più semplice come ad esempio una borsa di plastica con rifiniture Gucci.
Il monopolio legale è stabilito dalla Stato (es. sigarette) e risulta una bell’entrata.
Il monopolio naturale ovvero un prodotto proveniente da una determinata zona come ad esempio il marmo di Carrara.
Il monopolio di intervento pubblico sarà una concentrazione di imprese così sarà meno la concorrenza ed interviene lo Stato (es. scuola, sanità, trasporti).

Il monopolio di fatto consiste in un gruppo di produttori che hanno cacciato altri produttori così da rimanere soli nel mercato.
Il monopolio bilaterale. Un esempio è il mercato del lavoro. I lavoratori si riuniscono in un sindacato ( datore di lavoro + lavoratori). Il datore di lavoro avrà un salario più alto rispetto ai lavoratori così da indurre a fare scioperi. Il sindacato della scuola è povero.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email